Corridoio Vasariano

Corridoio Vasariano

I Potenti hanno sempre ricercato un “modo alternativo di lasciare il Palazzo” in una evidente smania, forse cautela, di tenersi una seconda via di fuga (ops.. uscita) evidentemente non mai troppo tranquilli della propria popolarità.Nei secoli, fino ai giorni d’oggi,...

leggi tutto
Piazza dei Ciompi

Piazza dei Ciompi

Nulla in Italia è più definitivo del provvisorio. Una regola che difficilmente viene smentita e che vale anche per il mercato delle pulci di Piazza dei Ciompi. Infatti nel 2006 fu deciso che il mercato si trasferisse in Piazza Gioberti anche a seguito di un incendio...

leggi tutto
La Fiorita in memoria di Fra’ Girolamo Savonarola

La Fiorita in memoria di Fra’ Girolamo Savonarola

La Fiorita, entrata ormai a far parte della tradizione ufficiale fiorentina, è una cerimonia in ricordo della morte di Fra’ Girolamo Savonarola, al quale è stata dedicata anche una delle più belle piazze di Firenze, torturato, impiccato ed arso il 23 maggio 1498 in...

leggi tutto
Osmannoro: dove nacque la Balena di Pinocchio

Osmannoro: dove nacque la Balena di Pinocchio

Centri commerciali, outlet, industrie, discoteche, concessionarie d’auto a non finire, questo è l’Osmannoro per chi abita o lavora tra Peretola, Campi Bisenzio, Sesto e zona Brozzi: un prato sconfinato in cui anno dopo anno è sorto qualche fungo di cemento, ed ora...

leggi tutto
Villa Triste, in ricordo dell’atroce follia umana

Villa Triste, in ricordo dell’atroce follia umana

Non più Villa Triste, se in queste mura spiriti innocenti e fraterni, armati sol di coscienza, in faccia a spie e torturatori carnefici, vollero, per riscattare vergogna, per restituire dignità, per non rivelare il compagno, languire, soffrire, morire per non tradire....

leggi tutto
Il balcone alla rovescia

Il balcone alla rovescia

I fiorentini sono noti burloni e spesso la loro innata ironia gli consente di risolvere faccende controverse.In Borgo Ognissanti, esattamente al numero 12, se si osserva bene il balcone posto al primo piano si noteranno delle stranezze costruttive. Le mensole di...

leggi tutto
Il palio de’ Cocchi

Il palio de’ Cocchi

Passando per Piazza Santa Maria Novella, si è talmente avvolti dalla facciata della chiesa, che spesso nemmeno si notano i due obelischi posti ai lati opposti della piazza. E se non si fotografano, tantomeno ci si chiede che significato abbiano, se siano lì piantati...

leggi tutto
Le antiche spezierie, quando un marchio fa la storia

Le antiche spezierie, quando un marchio fa la storia

Siamo tra via del Corso e via dei Cerchi, lì dove si apre un minuscolo spiazzo chiamato il Canto di Croce Rossa, stranissimo nome per un incrocio di città, oggi fa pensare alla nota associazione umanitaria, con cui invece non ha nulla a che fare. A tutti gli effetti...

leggi tutto
Vicolo dello Scandalo. Noto anche come Vicolo del Panico

Vicolo dello Scandalo. Noto anche come Vicolo del Panico

Scendendo Via del Corso verso Via del Proconsolo, dopo l'incrocio con Via dei Cerchi sulla destra si trova un passaggio, normalmente chiuso da un cancello grigio. Quel passaggio, quasi un cunicolo, un maniera tortuosa conduce fino alla parallela Via Dante Alighieri.Si...

leggi tutto
Via de’ marmi sudici

Via de’ marmi sudici

Questo era il vecchio nome dell'attuale ben più blasonata via Michelangiolo Buonarroti, così ribattezzata nel 1875 per festeggiare il quarto centenario della nascita dell'Artista fiorentino.L'antico nome, ricordato con una targhetta sotto quello attuale, con ogni...

leggi tutto
I Malcontenti

I Malcontenti

Da via delle Casine a Piazza Piave si estende, a Firenze, via dei Malcontenti. Un nome curioso, ma che già la dice lunga su questa zona, oggi parte del centro storico ma un tempo relegata ai margini della città.Area malsana, qui sorgevano laboratori di tintura, un...

leggi tutto
A misura d’uomo

A misura d’uomo

In uno dei luoghi più suggestivi di Firenze, laddove via dei Servi offre un maestoso scorcio della cupola di Santa Maria del Fiore, trovò i natali l'architettura di Filippo Brunelleschi.Se le prime meditazioni dell'architetto si rivolsero all'ingegneria militare,...

leggi tutto
Orsanmichele, tra sacro e profano

Orsanmichele, tra sacro e profano

Via dei Calzaiuoli, via del passeggio fiorentino. Centinaia di persone percorrono ogni giorno questa strada, soffermandosi inevitabilmente, tra qualche acquisto, la visita di un museo o un gustoso spuntino, ad ammirare, col naso all’aria, le colossali nicchie scolpite...

leggi tutto
La chiesa scomparsa. O quasi.

La chiesa scomparsa. O quasi.

«Avanzi e vestigia / Della chiesa di San Piero a Scheraggio / Che dava nome ad uno dei sesti della città / E fra le cui mura nei consigli del popolo / Sonò la voce di Dante».  Così recita, a Firenze, una targa apposta in via della Ninna. Una via percorsa ogni giorno...

leggi tutto