L’Heroon di Enea è un tumulo sepolcrale datato al VII secolo a.C. che si trova a Lavinio e che si vorrebbe identificare come la tomba di Enea. Così lo descrive Dionigi di Alicarnasso: «Si tratta di un piccolo tumulo, intorno al quale sono stati posti file regolari di alberi, che vale la pena di vedere».

Ad oggi gli studi hanno rivelato che il tumulo è sicuramente legato ad una figura molto importante sotto l’aspetto sociale della sua epoca.

Trattasi di un personaggio che aveva sicuramente autorità sia spirituali che militari.

Questo dato è tratto dagli oggetti e dai resti rinvenuti nella tomba. Il tumulo che ricorda molto le sepolture di stile etrusco ha avuto nel tempo modifiche che hanno portato l’area a divenire col tempo luogo di venerazione e pellegrinaggio da parte della popolazioni latine.

L’area archeologica che è oggetto di studi e restauro dal 1968 ha constatato che il tumulo è stato ristrutturato alla fine del IV secolo a.C. inserendo la seconda struttura, dotata di una facciata monumentale.