La villa romana di Torvaianica in via Siviglia, è stata scoperta durante i lavori per la costruzione di una rete fognaria nel 2006.

Gli scavi hanno messo in luce l’impianto di  un grande complesso residenziale, con almeno due edifici termali privati, un portico colonnato e giardini sopraelevati  prospicienti l’approdo al bacino lacustre verso ovest.

La ricchezza dei materiali utilizzati (intonaci con decorazioni floreali, pavimentazione in opus sectile) e alcune iscrizioni poste su fistule plumbee, attribuiscono la villa a due senatori, imparentati con la gens Flavia.

La datazione del complesso residenziale, in relazione ai materiali rinvenuti in situ, copre un arco cronologico dal I sec. a.C., sino almeno al II-III d.C.

Le funzioni della villa suburbana sembrano mutare nel tempo: il rinvenimento di una necropoli di notevole estensione, con oltre 80 sepolture di adulti (tombe a cappuccina o a cassa) e infanti (in anfore), databili fra il III e il IV sec. d.C., attesterebbe il cambiamento del complesso da grande residenza patrizia a pagus tardo antico.

(Credits e Info: Comune di Pomezia)