Poco distante da Piazza del Campo, seminascosta dagli edifici circostanti, e di irrilevante significato dal punto di vista artistico, sorge la Fonte del Casato, il cui accesso avviene scendendo una ripida scalinata.

Nel 1952 fu presentata dai cittadini una petizione per ottenere la realizzazione della fonte, struttura indispensabile per fornire l’acqua alle abitazioni.

La fonte fu però poco utilizzata per la scomodità degli scalini, e si dice che per secoli, visto il parapetto che si affaccia sulla scalinata, fosse diventata teatro di molti suicidi.

Successivamente fu murata e solo negli anni ’70 è stata  riaperta.